pborelli@tin.it Contattaci per maggiori informazioni
Title Image

Curare Dupuytren

Il Trattamento della malattia di Dupuytren con infiltrazioni di Collagenasi

Il trattamento medico della malattia di Dupuytren non è mai stato considerato come affidabile fino a che l’utilizzo di un enzima, il Collagenase Clostridium Histoliticum, grazie alla sua proprietà di distruggere il collagene, non è stato approvato dalla U.S. FDA come “trattamento non-chirurgico di una corda palpabile” nella malattia di Dupuytren. Da allora numerosi sono stati i lavori pubblicati a sostegno di questa terapia infiltrativa non invasiva.

curare Dupuytren con infiltrazioni di Collagenasi

Figura tratta dal lavoro di Marie A. Badalamente e Lawrence C. Hurst pubblicato nel 2016 Vol. 53 N.1

Questo trattamento innovativo consiste nella iniezione nella corda palpabile sottocute del nuovo farmaco (Xiapex). L’attività farmacologica si esplica attraverso la lisi selettiva del collagene nel sito di iniezione. Il trattamento si conclude poi nella successiva esecuzione di una manovra di estensione con cui si “rompe” la corda, sempre che questa “rottura” non avvenga spontaneamente nelle 24 ore successive alla infiltrazione.

In generale il trattamento con collagenasi è ben tollerato pur segnalando la comparsa di eventi avversi classificabili come lievi o moderati e per lo più a risoluzione spontanea nel giro di 1/3 settimane. Nella sede di iniezione il paziente può avvertire dolore, ecchimosi diffusa al dito o al palmo della mano ed edema di una o più dita. Anche la possibile lacerazione cutanea, nei casi in cui la retrazione del dito è più pronunciata, guarisce spontaneamente per seconda intenzione, e viene solitamente gestita dal paziente stesso con applicazioni giornaliere di mercurocromo e garza grassa.

La percentuale di recidiva, che rappresenta in effetti la considerazione chiave per la valutazione della efficacia della metodica dal punto di vista del paziente e del sistema sanitario, si è progressivamente abbassata, come pure la gravità della recidiva stessa che consente comunque, senza che il tessuto trattato manifesti alterazioni patologiche conseguenti al trattamento con collagenasi, una successiva più semplice aponevrectomia chirurgica.

Procedura dell’infiltrazione con Collagenasi

1° giorno

In regime ambulatoriale, si procede alla infiltrazione del farmaco nella corda di uno o più dita. La mano viene quindi bendata, e si raccomanda al paziente di limitarne l’uso, se non per attività manuali leggere, nelle 24 ore successive.

2° giorno

Il secondo giorno (non necessariamente il successivo ma anche a distanza di 2 o 3 giorni) si procede,  in anestesia locale o anche senza anestesia in alcuni casi, alla manovra di estensione del dito, che va effettuata dolcemente per 10-20 secondi. Solitamente la “rottura” della corda avviene producendo un rumore simile a quello di un rametto spezzato. Se alla prima procedura di estensione la corda non si rompe, si possono effettuare altri 2 tentativi ad intervalli di 5-10 minuti.

Durante la procedura, nei pazienti con corda molto aderente alla cute si potrebbe verificare la lacerazione della cute stessa quando la corda si rompe. In tal caso bisogna medicare normalmente la ferita con garza grassa.

Infiltrazione
Anestesia locale
Rottura (in questo caso senza anestesia)
Montaggio Kit Dupuytren®